Home Esperienze varie

B.E.S. e dintorni

Desideriamo condividere alcune riflessioni emerse in ambito scolastico riguardo alunni/e con B.E.S. (Bisogni Edicativi Speciali), da una prospettiva interculturale. Pertanto, invitiamo interessati/e a leggere l'articolo: "La scuola e gli alunni con B.E.S.: contributo al dibattito"

 

Per andare oltre... a salvaguardia del diritto allo studio

In qualità di Funzione Strumentale per l’Intercultura, rivolgo particolare attenzione a quei ragazzi/e stranieri/e con difficoltà di apprendimento e/o socio-culturali tali da compromettere il regolare corso di studi con conseguente rischio di abbandono scolastico.

Durante quest’anno scolastico, ho seguito 6 ragazzi/e di cui tre iscritti presso l’ICS di Curtarolo e Campo San Martino  - PD (un ragazzo albanese, una ragazza nigeriana e un ragazzo rumeno/turco) e tre con dichiarazione di istruzione parentale (una ragazza sinta e due fratelli rom).

Leggi tutto...

 

Storie e viaggi con giovani giostrai

Le seguenti esperienze sono state realizzate all’interno del progetto “Seguendo figlie e figli della Terra”, azione specifica del progetto “Seguendo fiere e sagre…”
L’azione, avviata nell’ottobre 2010 con il contributo dell’Amministrazione Comunale di Grantorto, era inizialmente rivolta soprattutto alle alunne/i Rom della scuola primaria e secondaria dell’ICS di Grantorto, parte della Rete Senza Confini. Tuttavia, nel corso della sua realizzazione, non solo il progetto è stato esteso agli alunni/e sinti itineranti, ma sono stati coinvolti altri soggetti con difficoltà di apprendimento di origine berbera e un italiano.
L’intervento, pur nella sua sempre più complessa articolazione rispetto le premesse iniziali, ha avuto esito globale positivo.

Clicca qui per leggere la descrizione completa di due esperienze esemplificative, l’una attuata nella scuola primaria (“Mamma casetta”, un gioco di M.J.) e l’altra nella scuola secondaria di primo grado (Viaggio immaginario con la giostra di E.).

 

Musica e storia: un’esperienza didattica

Fine maggio 2011 – Jolanda Katter, attrice e scrittrice matriarca  del gruppo di famiglie di giostrai che seguiamo da anni, mi chiama al telefono: desidera passare il mio numero di casa a suo nipote, giovane papà di un bimbo di classe terza della scuola primaria.

Naturalmente acconsento, fa parte della mia funzione di referente del progetto “Seguendo fiere e sagre…” essere reperibile anche oltre l’orario di lavoro e “saper ascoltare”.

Qualche giorno dopo mi chiama il papà.

È molto preoccupato: suo figlio, che nelle prime scuole frequentate durante l’anno scolastico non aveva evidenziato particolari problemi, ora – proprio a fine scuola – risulta a rischio di bocciatura.

Leggi tutto...

 
Agenda
<<  Giugno 2021  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
   1  2  3  4  5  6
  7  8  910111213
14151617181920
21222324252627
282930    
Rete Intercultura
Banner
Visitatori